materiale per geografia

apr
29

Agricoltura
Il settore più toccato dalla tecnologia è sicuramente l’agricoltura, dove è privilegiata una tecnica di tipo intensivo, cioè, ricavare il massimo anche da piccoli terreni o poco bestiame. Non è raro il massiccio utilizzo di agenti non naturali per aumentare il prodotto di un terreno; non sono nemmeno rare le condizioni di allevamento del bestiame, gli animali sono tenuti in enormi capannoni suddivisi in gabbie di misure tali da poter a malapena contenere l’animale, chiamate “feedlots”, di conseguenza ogni capannone sfrutta al massimo lo spazio che ha a disposizione. In questi allevamenti gli animali vengono tenuti fermi ad ingrassare e sovralimentati per 3-5 mesi e poi macellati. Gli USA vantano oltre 100 milioni di bovini, oltre 58 milioni di suini ed un altissimo numero di ovini. Gli allevamenti sono distinti tra allevamenti per animali usati per il latte ed animali usati per la macellazione. Le aree per la macellazione comprendono il Texas e le catene montuose Occidentali (Occidental Mountains) dove vi è grande disponibilità di praterie per il pascolo; le aree dove l’allevamento ha come scopo il latte sono il Nord-Est, i monti Appalachi e la zona dei grandi laghi, questa parte di territorio è chiamata “dairy belt”.

Le colture sono suddivise nelle cosiddette belt. La “wheat belt”, la cintura del grano, che comprende la parte centrale degli USA, territorio caratterizzato da un clima secco, quindi non adatto ad altri tipi di coltura. La coltivazione del grano è praticata anche in alcuni Stati del Nord come il Minnesota, il Dakota e il Montana, dove il grano è coltivato in primavera poiché l’inverno è troppo freddo. Questa coltura è diffusa anche in alcune aree del Sud come Texas, Kansas ed Oklahoma, dove il grano è coltivato in autunno. La “corn belt”, la cintura del granturco, che comprende quegli Stati che godono di un clima mite durante tutto l’anno, Indiana, Illinois, Iowa e Nebraska,ha portato, grazie all’altissima produzione, gli USA ad essere il primo produttore mondiale di grano turco; oltre a questo, è stata recentemente aggiunta la produzione della soia, infatti la “corn belt” è chiamata anche “corn-soy belt”. La “cotton belt”, che non esiste quasi più, includeva le aree del profondo Sud, ora è limitata a Texas, Mississippi, Arizona e California, nelle aree più a Sud la coltivazione è stata sostituita da altri prodotti più richiesti sul mercato e che richiedono le medesime condizioni climatiche come il tabacco, il riso, arachidi e canne da zucchero. L’orticoltura è anch’essa molto importante ed è praticata nel Nord-Est vicino alle grandi megalopoli dove vi è una grande richiesta di prodotti deperibili, cioè consumabili in poco tempo, l’orticoltura è anche diffusa in California e Florida.

Notevole è anche la produzione di legname, grazie agli oltre 300 milioni di ettari di foreste, che permettono una produzione di 500 milioni di metri cubici di legname all’anno.

Pesca
Con 5,6 milioni di tonnellate di prodotti ittici gli USA sono il 5° paese mondiale più pescoso dopo Cina, Perù, Giappone e Cile. In California e nel Golfo del Messico è fiorente anche l’allevamento di ostriche e crostacei.

Industria
L’industria è un altro settore dove gli USA sono estremamente competitivi. La “manufacturing belt” (la cintura manufatturiera), si estende in tutto il nord est, ma si sta espandendo anche verso sud ed ovest. L’industria americana è specializzata nella produzione di apparecchi high-tech come TV, computer e hi-fi. Gli USA sono secondi al mondo, dietro al Giappone per la produzione di automobili. Importanti sono anche le industrie della gomma, dell’alta moda (New York, Baltimora e Chicago), chimica e petrolio (sud e soprattutto in Texas), cinema e ristorazione (fast-food e multinazionali come la Coca Cola). In America possiamo trovare la più avanzata industria elettronica. L’industria americana è basata su tre cose: capitali, tecnologie all’avanguardia e diffusione nel mondo.

Terziario
Il terziario è il campo dove gli Stati Uniti sono più avanzati. Il 72,1% del PIL deriva dal terziario ed il 73,3% dei lavoratori è impiegato nel terziario. Grande importanza è data ai trasporti con oltre 300.000 Km di rete ferroviaria, usata più che altro per il trasporto merci ed è integrata con un’efficientissima rete stradale; la rete stradale e ferroviaria coprono tutto il territorio favorendo il trasporto delle merci ed i viaggi. Nonostante gli attentati dell’11 settembre il trasporto aereo, con i suoi 16.000 aeroporti, è uno dei preferiti dagli americani, si può dire che in America l’aereo è usato come in Italia è usato il treno. Anche i trasporti navali sono estremamente sviluppati. La sviluppatissima rete di trasporti ha favorito la nascita di attività commerciali ad essa legate come i motel, le assicurazioni, gli spedizionieri e le aree di servizio. Altri settori del terziario molto efficienti sono le scuole private, che offrono, oltre ad un elevato grado di insegnamento, la sicurezza, infatti sono soventi le sparatorie nelle scuole pubbliche dove bisogna passare sotto dei metal detector posti alle entrate; un altro settore è quello dei servizi accessori alle imprese come gli studi di assistenza legale, marketing e pubblicità. Senza dimenticare il turismo, ogni anno gli USA accolgono 30 milioni di visitatori. Questo comprende tutti i tipi di viaggiatori ed i turisti a cui piace il gioco dell’online poker .

AUGURI GLORIA!!!

feb
6

Auguri x il tuo 14esimo compleanno… peccato ti sia capitato il compito di grammatica come regalo da parte della prof xDxDxD

Inno Europeo (IX sinfonia Beethoven)

feb
2

Questo è l’inno scelto per rappresentare l’unione europea… ringraziamo raffa x avercelo mandato.

La melodia è quella della Nona Sinfonia, composta nel 1823 da Ludwig Van Beethoven.

Per il movimento finale della sinfonia, Beethoven musicò l’”Inno alla gioia” composto nel 1785 da Friedrich von Schiller. Il poema esprime la visione idealistica di Schiller sullo sviluppo di un legame di fratellanza fra gli uomini, visione condivisa da Beethoven.

Nel 1972 il Consiglio d’Europa (il medesimo organismo che concepì la bandiera europea) adottò il tema dell’”Inno alla gioia” di Beethoven come proprio inno. Il celebre direttore d’orchestra Herbert von Karajan fu incaricato di scrivere tre adattamenti strumentali, per piano solo, per archi e per orchestra sinfonica. Senza parole, con il linguaggio universale della musica, questo inno esprime gli ideali di libertà, pace e solidarietà perseguiti dall’Europa.

Nel 1985 venne adottato dai capi di Stato e di governo dell’UE come inno ufficiale dell’Unione europea. Non intende sostituire gli inni nazionali degli Stati membri ma piuttosto celebrare i valori che essi condividono e la loro unità nella diversità.

Testo dell’”Inno alla Gioia” di F. Schiller, nella lingua tedesca, inglese e italiana

“An die Freude”

O Freunde, nicht diese Töne!
Sondern lasst uns angenehmere
anstimmen und freudenvollere!

Freude, schöner Götterfunken,
Tochter aus Elysium,
Wir betreten feuertrunken,
Himmlische dein Heiligtum.
Deine Zauber binden wieder,
Was die Mode streng geteilt;
Alle Menschen werden Brüder,
Wo dein sanfter Flügel weilt.

Wem der große Wurf gelungen,
Eines Freundes Freund zu sein,
Wer ein holdes Weib errungen,
Mische seine Jubel ein!
Ja – wer auch nur eine Seele
Sein nennt auf dem Erdenrund!
Und wer’s nie gekonnt,
der stehle Weinend sich aus diesem Bund!

 

Freude trinken alle Wesen
An den Brüsten der Natur,
Alle Guten, alle Bösen
Folgen ihre Rosenspur.
Küsse gab sie uns und Reben,
Einen Freund, geprüft im Tod,
Wollust ward dem Wurm gegeben,
Und der Cherub steht vor Gott.

Froh, wie seine Sonnen fliegen
Durch das Himmels prächtigen Plan,
Laufet, Brüder, eure Bahn,
Freudig wie ein Held zum Siegen.

Seid umschlungen, Millionen!
Diesen Kuss der ganzen Welt!
Brüder – überm Sternenzelt
Muss ein lieber Vater wohnen.

Ihr stürzt nieder, Millionen?
Ahnest du den Schöpfer, Welt?
Such ihn überm Sternenzelt,
Über Sternen muss er wohnen.

“Ode to Joy”

O friends! Not these sounds!
But let us strike up
more pleasant sounds and more joyful!

Joy, o wondrous spark divine,
Daughter of Elysium,
Drunk with fire now we enter,
Heavenly one, your holy shrine.
Your magic powers join again
What fashion strictly did divide;
Brotherhood unites all men
Where your gentle wing’s spread wide.

The man who’s been so fortunate
To become the friend of a friend,
The man who has won a fair woman -
To the rejoicing let him add his voice.
The man who calls but a single soul
Somewhere in the world his own!
And he who never managed this -
Let him steal forth from our throng!

 

Joy is drunk by every creature
From Nature’s fair and charming breast;
Every being, good or evil,
Follows in her rosy steps.
Kisses she gave to us, and vines,
And one good friend, tried in death;
The serpent she endowed with base desire
And the cherub stands before God.

Gladly as His suns do fly
Through the heavens’ splendid plan,
Run now, brothers, your own course,
Joyful like a conquering hero.

Embrace each other now, you millions!
The kiss is for the whole wide world!
Brothers – over the starry firmament
A beloved Father must surely dwell.

Do you come crashing down, you millions?
Do you sense the Creators presence, world?
Seek Him above the starry firmament,
For above the stars he surely dwells.

“Inno alla Gioia”

O amici, non questi suoni!
ma intoniamone altri
più piacevoli, e più gioiosi.

Gioia, bella scintilla divina,
figlia degli Elisei,
noi entriamo ebbri e frementi,
celeste, nel tuo tempio.
La tua magia ricongiunge
ciò che la moda ha rigidamente diviso,
tutti gli uomini diventano fratelli,
dove la tua ala soave freme.

L’uomo a cui la sorte benevola,
concesse di essere amico di un amico,
chi ha ottenuto una donna leggiadra,
unisca il suo giubilo al nostro!
Sì, – chi anche una sola anima
possa dir sua nel mondo!
Chi invece non c’è riuscito,
lasci piangente e furtivo questa compagnia!

Gioia bevono tutti i viventi
dai seni della natura;
tutti i buoni, tutti i malvagi
seguono la sua traccia di rose!
Baci ci ha dato e uva, un amico,
provato fino alla morte!
La voluttà fu concessa al verme,
e il cherubino sta davanti a Dio!

Lieti, come i suoi astri volano
attraverso la volta splendida del cielo,
percorrete, fratelli, la vostra strada,
gioiosi, come un eroe verso la vittoria.

Abbracciatevi, moltitudini!
Questo bacio vada al mondo intero Fratelli,
sopra il cielo stellato
deve abitare un padre affettuoso.

Vi inginocchiate, moltitudini?
Intuisci il tuo creatore, mondo?
Cercalo sopra il cielo stellato!
Sopra le stelle deve abitare!

Agricoltura (1°gruppo)

feb
2

LA POLITICA AGRICOLA DELL’ UE

Il territorio dell’ UE è cosparso di aziende agricole e di foreste,vitali per la nostra salute e la nostra economia. La politica, agricola comune garantisce che agricoltura e tutela dell’ ambiente procedano di pari passo.

L’ attuale politica dell’ UE punta a far si che i produttori di alimenti di ogni genere siano in grado di competere in modo autonomo nei mercati dell’ UE e su quelli mondiali. A tal fine, ha subito una serie di importanti riforme negli ultimi anni.

Le reti di assistenza finanziaria sono mantenute, ma vengono utilizzate in maniera molto più selettiva. La PAC interviene, ad esempio, con un sostegno finanziario a favore degli agricoltori colpiti da catastrofi. Se necessario, provvede ad integrare il reddito degli agricoltori per assicurare loro un tenore di vita accettabile e tuttavia è legata al rispetto degli obbiettivi più generali di igiene degli allevamenti, sicurezza alimentare, salute e benessere degli animali, tutela del paesaggio rurale tradizionale e protezione degli uccelli e della fauna selvatica.

Le riforme hanno liberato riforme per promuovere alimenti di qualità e competitivi a livello internazionale, processi innovativi nell’ agricoltura e nella trasformazione alimentare, nonché lo sviluppo rurale, compresa la diversificazione delle economie rurali. I fondi UE per la ricerca sostengono inoltre l’ innovazione nel settore agricolo aumentando la produttività e promuovendo nel contempo un maggiore rispetto dell’ ambiente.

Le riforme della PAC sono state realizzate anche per rendere il commercio mondiale più equo. Nel cosidetto ciclo di negozianti di Doha per la liberalizzazione degli scambi internazionali, l’ UE ha proposto di sopprimere integralmente le sovvenzioni all’ esportazione entro il 2013 e anche in caso di fallimento dei negoziati.

L’ iniziativa più recente è la “ valutazione dello stato di salute” della politica agricola, che è stata decisa dai leader  dell’ UE nel 2008 e provvede una serie di riforme. L’ iniziativa offre la possibilità di adattare la PAC alle nuove sfide ed opportunità, come ad esempio il cambiamento climatico. L’ obbiettivo è modernizzare e semplificare la PAC e sopprimere le restrizione nei confronti degli agricoltori.

Nonostante le riforme la politica agricola comune resta la più integrata di tutte le politiche dell’ UE.

 

 Marco Testa  ,Gloria Paganelli, Michelangelo Mendeni , Sara Incollingo, Marzia Castrichini

Energia (5°gruppo)

feb
2

Questo è l’articolo sull’energia fatto dal 5°gruppo

VERSO UN’ ECONOMIA A BASSE EMISSIONI D’ANDRIDE CARBONICA

I pannelli solari sono sempre più diffusi. Nel dicembre del 2008 i leader dell’ UE hanno adottato un pacchetto globale per ridurre il riscaldamento del pianeta e garantire la sicurezza degli approvvigionamenti energetici. Il pacchetto mira a fare dell’Europa il leader mondiale dell’energia rinnovabile e delle tecnologie.

L’UE punta ad abbattere del 20% le emissioni di gas ad effetto serra entro il 2020; tali misure ridurranno anche la dipendenza dalle importazioni di gas e idrocarburi.

Più del 50& delle energie che consumiamo proviene da paesi extra-UE e il tasso di dipendenza è in aumento, una gran parte dell’energia proviene dalla Russia.

L’UE deve sorvegliare più attentamente le sue forniture di petrolio e di gas ed essere preparata in caso di una emergenza energetica. L’UE vuole che diventi più facile attingere a tali scorte e intende stabilire i tempi e le modalità del loro impiego.

Un’altra importante priorità è la creazione di un corridoio meridionale con gasdotti per il trasporto del gas dalla regione del Mar Caspio verso l’ Europa passando verso la Turchia, i lavori potrebbero cominciare nel 2010.

L’UE punta inoltre a rafforzare le sue reti energetiche e ad adattarle in vista dell’utilizzo delle fonti energetiche, tra cui l’energia eolica.

Un’altra proposta prevede l’introduzione dell’etichetta energetica per i pneumatici a partire dal 2012.

Sono in cantiere altre proposte legislative per separare la fornitura di gas ed energia elettrica dalla produzione. Dal luglio 2007 tutte le famiglie dell’UE hanno la possibilità di scegliere il proprio fornitore di gas ed elettricità, ma questa scelta è spesso limitata dalla presenza di un operatore dominante nella loro regione o nel loro paese.

 

La concorrenza (3°gruppo)

feb
2

ragazzi questo è il nostro articolo sulla concorrenza gli altri ancora non ci sono arrivati quindi per ora possiamo pubblicare solo questo

CONCORRENZA

Un buon affare per tutti: la concorrenza, riguardo alla fornitura di beni e servizi, consente di ridurre i prezzi e accresce la qualità, e offre ai consumatori un’ampia scelta di prodotti, e stimola anche l’innovazione tecnologica. La Commissione europea, grazie ai suoi ampi poteri, può applicare le norme dell’UE in materia di concorrenza leale.

La concorrenza deve essere leale: le norme europee vietano le imprese di concordare i prezzi o di ripartire i mercati, cioè le grandi imprese non possono abusare del proprio potere per estromettere i concorrenti e non possono realizzare fusioni, se questo dà loro la possibilità di controllare il mercato. La Commissione può consentire a un’impresa di godere di una posizione monopolio se, ad esempio, sono necessarie infrastrutture costose o se è importante garantire il servizio pubblico.

I grandi non possono sfruttare i piccoli: le grandi imprese non possono trattare le aziende più piccole impegnando il loro potere contrattuale per impedire che i loro fornitori o clienti lavorino anche con i loro concorrenti.

Niente stampelle per chi non può farcela da solo: gli aiuti, riguardo alle aziende più bisognose, possono assumere diverse forme: prestiti e sovvenzioni, agevolazioni fiscali, fornitura di beni e servizi a tariffe preferenziali e garanzie statali che aumentano l’affidabilità di un’impresa rispetto ai concorrenti. Non è consentito fornire alcun tipo di aiuti a un’impresa senza speranze di diventare economicamente autonoma.

Le eccezioni che confermano la regola: ci sono alcune eccezioni per queste regole; la Commissione può consentire la cooperazione d’imprese per lo sviluppo di un unico standard tecnico per l’intero mercato o per rafforzare la loro capacità di competere con le imprese più grandi. La considerazione più grande è: i consumatori ne trarranno un beneficio, oppure altre imprese ne saranno danneggiate?

I benefici pratici: uno dei casi più noti in cui la Commissione europea è intervenuta in questioni riguardo la concorrenza quando ha multato la Microsoft per aver riunito diversi tipi di software in un unico pacchetto, quindi di aver privato della libertà di scelta ai consumatori e riaver mantenuto i prezzi a livelli elevati impedendo l’innovazione dell’informatica. Inoltre grazie alla Commissione, è ormai possibile aprire concessionarie multimarche e non è più obbligatorio essere un concessionario autorizzato per vendere pezzi di ricambio ed effettuare riparazioni omologate.

Poteri di controllo: gli interventi della Commissione, su eventuali violazioni delle regole di concorrenza dell’UE è controllata dalla corte di giustizia e dalle comunità europee. Le imprese degli stati membri possono presentare ricorso alla Corte, contro le decisioni della Commissione.

 

Da Leon e Dika questo è tutto

Primo articolo del sito!!!

gen
16

Benvenuti ragazzi, qui sono gli admin del sito che vi parlano, è il 22 gennaio di questo nuovo decennio e qui abbiamo appena finito di creare il nostro nuovo Blog.  

Come saprete è stato creato per geografia ma noi cerceremo di renderlo alquanto più allegro e divertente xD per gli articoli di geografia stiamo ancora provvedendo e vi chiediamo di mandarci il materiale riassunto il prima possibile ok adesso devo sbrigarmi vi lascio gustare il nostro nuovo sito

Buon lavoro e buon divertimento!

Leon e Dika

P.S.

se vi servono i nostri contatti sono [email protected] e [email protected]